La risposta di El Centro de la Raza al virus COVID-19

El Centro de la Raza continua a monitorare da vicino l'epidemia di Novel Coronavirus (COVID-19). Stiamo agendo secondo le linee guida emanate dal Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie (CDC), Washington State Department of Healthe Dipartimento di sanità pubblica di Seattle e King County. Stiamo anche facendo sforzi per stare al passo con qualsiasi potenziale diffusione di germi nocivi all'interno delle nostre strutture.

In questo momento, abbiamo chiuso la maggior parte degli ingressi dell'edificio storico. Rimangono aperti all'uso solo l'ingresso sud e l'ingresso seminterrato. Abbiamo anche allestito postazioni igienizzanti per le mani in tutto e all'esterno degli edifici. Diamo mandato a tutti coloro che entrano per primi nei nostri locali di igienizzare le mani. Inoltre, abbiamo indirizzato il nostro personale addetto alle pulizie a dare priorità e ad aumentare la frequenza della pulizia di spazi e superfici di uso comune, inclusi servizi igienici, maniglie delle porte e barre di emergenza sulle porte. I servizi igienici nell'edificio storico vengono puliti ogni ora. Le aule vengono sanificate tutte le sere. Per la sicurezza dei partecipanti al nostro programma, del personale e della comunità, proteggiti lavandoti accuratamente le mani, tossendo con fazzoletti o gomiti ed evita di toccarti occhi, naso e bocca.

Potremmo aver bisogno di chiamarti per supporto finanziario, volontario o di advocacy. Stiamo assistendo a impatti sulle nostre entrate a causa degli affitti cancellati e persi degli spazi per riunioni ed eventi sia nel nostro edificio storico che nel Centro Culturale Centilia. Lavoriamo con i finanziatori, quando possibile, per adeguare i risultati del contratto. I fornitori di prodotti alimentari del nostro Business Opportunity Center stanno riscontrando cancellazioni e perdite di affari. I partecipanti al nostro programma nel settore della ristorazione e degli hotel stanno segnalando di essere stati licenziati dal lavoro perché non c'è lavoro. Ciò significa una perdita di stipendio e molti non hanno un congedo per malattia retribuito. Potrebbero essere a rischio di perdere altri benefici, come l'assistenza all'infanzia, a causa della perdita di salari e ore di lavoro durante questo periodo difficile.

Per ulteriori risorse e per l'elenco di raccomandazioni del Dipartimento della salute dello Stato di Washington, stiamo seguendo:

• Lavati spesso le mani ed evita di toccarti il ​​viso. Resta a casa quando sei malato. Chiama il tuo medico prima di andare in una clinica o al pronto soccorso.

• Mostra compassione e supporto per le persone che sono state colpite da vicino da questa epidemia.

· XNUMX€  Fai i preparativi in caso di focolaio.

Puoi anche monitorare gli sviluppi emergenti sul Dipartimento della salute dello Stato di Washington sito web, Facebooke Twitter. Per chiamare il Dipartimento della salute dello Stato di Washington, comporre il numero 1-800-525-0127 e premere #.

Più specificamente a Seattle e nella Contea di King, il Dipartimento della Salute locale ha annunciato queste raccomandazioni che stiamo seguendo anche:

• Non recarsi al pronto soccorso se non indispensabile. I pronto soccorso devono essere in grado di servire le persone con le esigenze più critiche. Invitiamo chiunque manifesti sintomi di COVID-19 a chiamare il proprio fornitore di assistenza sanitaria e la hotline King County Novel Coronavirus al numero (206) 477-3977. I sintomi includono tosse, febbre o altri problemi respiratori.

• Resta a casa quando sei malato.

• Adottare buone abitudini di igiene personale.

• Stai lontano da persone malate, soprattutto se hai 60 anni e più o hai condizioni di salute di base come diabete, malattie cardiache, malattie polmonari o un sistema immunitario indebolito.

Tieniti informato. Le informazioni cambiano frequentemente. Controlla e iscriviti a Public Health's sito web or blog.

Questa situazione è in continua evoluzione e ci impegniamo a fornire le informazioni più aggiornate disponibili alla nostra amata comunità. La sicurezza e la salute del nostro personale, compreso il team delle pulizie, i partecipanti al programma, gli ospiti e altri membri della comunità, è la nostra principale preoccupazione perché i virus non discriminano. I nostri pensieri sono con le persone che sono direttamente colpite da e come risultato di percezioni errate di questo virus.

Ti potrebbe anche interessare